MARTEDì 23 Gennaio 2018 - Aggiornato alle 22:43

Home » » ''Tarquinia nel cuore'': "Indecenti i cartelli per le affissioni''

 

''Tarquinia nel cuore'': "Indecenti i cartelli per le affissioni''

"Già il 14 dicembre scorso inviando al Comune di Tarquinia un report sulla situazione al Lido"

TARQUINIA - Cartelli per le affissioni pubblicitarie indecenti. È il grido di allarme del gruppo ''Tarquinia nel cuore'' che chiede all'amministrazione comunale un'immediato intervento. "Nonostante l'avvento del web e la progressiva disfatta dei supporti stampati,- afferma il leader Alessio Gambetti - i manifesti continuano ad essere uno strumento pubblicitario molto utilizzato e dal forte impatto. Si và dalle affissioni mortuarie agli avvisi pubblici, passando per le promozioni commerciali e le campagne elettorali. Nonostante anche a Tarquinia questo supporto informativo/pubblicitario sia molto in voga, nessuno sembra accorgersi delle condizioni precarie delle strutture su cui vengono apposte le affissioni, ben oltre il limite dell'indecenza".

"Tali strutture, realizzate in ferro, per via della costante esposizione agli agenti atmosferici e del contatto con la colla a base acquosa utilizzata per le affissioni, - denuncia ''Tarquinia nel cuore'' -  sono talmente arrugginite da essere ora in corso di sgretolamento, col risultato che la maggior parte di esse presentano fasce di ferro arrugginito e tagliente a penzoloni. Ci siamo già attivati in tal senso il 14 dicembre scorso 
​inviando al Comune di Tarquinia un report sulla situazione al Lido di Tarquinia, attualmente disponibile sulla nostra pagina Facebook Tarquinia nel Cuore, per la libera consultazione, anche nell’ottica di essere migliorato con i consigli dei nostri concittadini. Nel report abbiamo proposto ed indicato alcune soluzioni per migliorare la penosa situazione, dalla impellente sostituzione dei pannelli, alla individuazione di altri punti dove posizionare questi supporti, nonché presso il Lido la possibilità di posizionare dei pannelli per le affissioni degli avvisi mortuari e le bacheche per la libera affissione".

"La situazione non è diversa nel Centro Storico e nelle zone limitrofe; - spiegano dal gruppo che fa capo a Gambetti - in particolare le condizioni più gravi sono quelle dove è particolarmente alta la presenza dei bambini: se davanti alle scuole Elementari Corrado e Mario Nardi il ferro arrugginito che penzola è un pericolo sotto gli occhi di tutti, meno evidente ma altrettanto pericolosa è la situazione ravvisabile alla bacheca che si trova proprio accanto alla fermata dello scuolabus in località il Piano. Anche nel nostro bellissimo centro storico la situazione è alquanto grave soprattutto nella zona di fronte il Torrione Matilde di Canossa, quella sita a piazza Giuseppe Verdi, quella su via delle Torri, quelle all’Alberata Dante Alighieri, e in tanti altri punti."

"Questa è una situazione che si protrae ormai da anni ma che in questi ultimi tempi si è ulteriormente aggravata. - conclude ''Tarquinia nel cuore'' - Facciamo pertanto un accorato appello al Comune di Tarquinia o a chi di competenza, a che si intervenga in modo celere sulla situazione delle bacheche con un'azione profonda e globale di sistemazione di questi supporti, per il decoro e la sicurezza della città".

(11 Gen 2018 - Ore 16:05)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Lunedì non si ritira l’umido

    19 Gen 2018 - CERVETERI - Elena Gubetti, assessora all’Ambiente, rende noto che a causa di un’emer ...

  • Scarichi a mare: fuori i responsabili

    19 Gen 2018 - Non una scoperta choc quella di questi giorni ma uno scempio ambientale che dura da anni perchè a Ceri non c’è mai stato il depuratore. Riunione operativa tra il sindaco Pascucci, l’ufficio tecnico del Comune e i vertici di Acea Ato 2 sul tema della depurazione. La Procura di Civitavecchia ha aperto un fascicolo contro ignoti per appurare le responsabilità

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Luca Grossi - © Copyright 1999-2018 SEAPRESS - Privacy Policy