Home » » Servizio vaccinale, la Asl sceglie la strada del potenziamento

 

Servizio vaccinale, la Asl sceglie la strada del potenziamento

Nessun passo in avanti sotto l’aspetto degli inviti ai genitori: si continua a seguire l’elenco dell’anagrafe che riporta solo i bambini residenti. Solo ventotto numeretti al giorno per gli utenti: in arrivo un incremento per quanto riguarda le risorse umane e novità di natura tecnologica

CIVITAVECCHIA - Quarantacinque righe di comunicato stampa trasmesso dalla Asl Roma4 al quotidiano La Provincia sulla questione dell’organizzazione legata al servizio vaccinazioni, nel quale la risposta è sintetizzabile in poche battute: «Da più di un anno a causa della ingiustificata “emergenza meningite”, dell’entrata in vigore dei Piani nazionale e regionale di prevenzione e della recente approvazione della Legge 119/2017 sull’obbligatorietà, tutti i servizi vaccinali nazionali hanno registrato un significativo aumento di domanda di prestazione che nella nostra realtà si può quantificare in un +40% di vaccinazioni erogate. Nel corso del 2018 la riorganizzazione verrà portata a pieno regime e si realizzerà un aumento di almeno il 50% degli orari di ambulatorio».

Sarebbero bastati questi due concetti per rispondere alle osservazioni della Provincia, che in un articolo dello scorso 9 gennaio metteva in discussione due aspetti, il primo riguardante i soli 25 numeretti staccati ogni giorno dalla Asl di via Terme di Traiano per consentire le vaccinazioni dei bambini, il secondo legato alle lettere di invito a vaccinare trasmesse dall’azienda sanitaria solo ai residenti, ignorando quei bambini domiciliati che hanno un pediatra in città o nei comuni limitrofi. Mette le mani avanti la Asl Roma4, parlando di un «elevato consenso da parte degli utenti», misurato dagli «elevatissimi livelli di adesione alle vaccinazioni».

Un aspetto a nostro avviso trascurabile (vaccinarsi non è come scegliere se andare o meno all’asilo nido), mentre crediamo che proprio l’alta professionalità di medici e infermieri del Centro Vaccinazione faccia la vera differenza nel momento in cui i genitori scelgono la sede presso la quale procedere con il vaccino. E a Civitavecchia sanno il fatto loro. I problemi tuttavia rimangono e fa piacere notare che anche la Asl lo abbia ammesso, anche se sottovoce: «Non essendo stato possibile in un così breve arco di tempo implementare le risorse - si legge in una nota - si è reso necessario un processo di riorganizzazione ancora in fase do completamento e piena attuazione».

Ecco chiarito il punto dei soli venticinque numeretti al giorno consegnati agli utenti, nella speranza che diventino molti di più nel giro di poco tempo. D’altronde sarebbe un paradosso per la Asl promuovere una forte campagna di sensibilizzazione sulle vaccinazioni e poi lasciare entrare i pazienti da una porta piccola. Diversa è la questione relativa all’anagrafe vaccinale che aggancia solo le liste dei residenti dei Comuni della Roma4. L’azienda è convinta di agire in maniera giusta: «Un’analoga diffusa organizzazione consentirebbe a ciascuno - scrive - ovunque domiciliato, di essere contattato dalla propria Asl di riferimento territoriale». E se questo non succede? Sarebbe molto più produttivo per la Roma4 incrociare i dati con gli elenchi dei bambini per i quali è stato scelto un pediatra di base nei comuni del distretto sanitario. Questo sì che farebbe la differenza e darebbe una puntuale comunicazione anche ai genitori dei bambini non residenti, ai quali tuttavia nessuno ha mai negato il vaccino. Ma per il momento non se ne parla.  Insomma, il potenziamento è partito in termini di tecnologia, struttura, e risorse umane. Per quanto riguarda la semplificazione e l’agevolazione di tutti i pazienti, ancora non ci siamo.

(11 Gen 2018 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Quiete dorata (foto Pina Irato)

Civitavecchia, L'occhio

De-Relitti (foto Giammarco Morgi)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

  • Legavela, a Livorno la prima tappa nazionale

    20 Apr 2018 - L’Accademia Navale, in collaborazione con il Circolo Velico Antignano, porta nelle acque del porto toscano 12 circoli della Liv

  • Punto e a capo

    20 Apr 2018 - Inutili le trattative. Incontri, veti e schemi non bastano. Si torna al punto di partenza.  ...

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy