GIOVEDì 21 Settembre 2017 - Aggiornato alle 21:45

Home » » Polstrada, un agosto sicuro sulle strade della Tuscia

 

Polstrada, un agosto sicuro sulle strade della Tuscia

VITERBO -  La Sezione Polizia Stradale di Viterbo ha messo in campo una serie di attività specialistiche, varie iniziative di settore e molteplici servizi d’istituto per garantire a tutti gli utenti della strada un agosto 2017 all’insegna della sicurezza e della serenità.

Lo scopo è stato quello di fare in modo che sulle strade della Tuscia, durante il periodo estivo, la situazione legata alla viabilità si mantenesse sempre entro ambiti di scorrevolezza e fluidità, sia per quello che concerne il traffico commerciale, sia per quello da diporto. Le principali arterie provinciali sono state costantemente pattugliate e, grazie al contributo di tutti gli agenti Polstrada operanti sul territorio, è stata assicurata in ogni momento una mobilità certa e sicura a tutti gli automobilisti. Gli equipaggi comandati nel periodo in esame hanno vigilato la SS675 “Umbro-Laziale”, la tratta di competenza provinciale dell’A1 “Autostrada del Sole”, la SR2 “Cassia” e la “Cassiabis”, la SS1 “Aurelia” e la SS1bis, l’A12 tirrenica, la SR3 “Flaminia” e la SR312 “Castrense” facendo fluire il traffico nelle direttrici nord-sud litoranea, da e per la capitale, nonché nella direzione est-ovest di collegamento tra le tratte autostradali del centro-Italia e quelle costiere.

In questo mese di agosto, il numero degli incidenti si è attestato a 12, con 14 persone ferite: sono stati constatati tre decessi (2 in uno stesso sinistro) e altri 2 incidenti hanno riguardato solo danni alle cose.

Le attività di prevenzione e repressione hanno dato buoni risultati. Rilevante, infatti, è stata l’attività contravvenzionale e di controllo effettuata, che ha portato ad irrogare quasi 600 sanzioni al Codice della Strada con il ritiro di 6 patenti e 5 carte di circolazione, oltre alla decurtazione di poco meno di 900 punti-patente. Velocità pericolosa, eccessi di velocità, mancato uso delle cinture di sicurezza, uso del telefonino alla guida, guida in stato di ebbrezza sono state le infrazioni maggiormente contestate, anche grazie all’utilizzo del telelaser. 335 circa sono stati gli interventi posti in essere sulle strade per le attività di soccorso e quasi 1.000 automobilisti sono stati controllati tramite il precursore, l’etilometro ed il drug-test durante i servizi diurni e notturni. Di questi, 6 sono stati denunciati all’A.G. per guida in stato di ebbrezza alcolica e uso di sostanze stupefacenti.

​L’estate è agli sgoccioli, ma gli agenti della Polizia di Stato della Stradale proseguono la loro opera di prevenzione con la consueta attenzione e professionalità. (https://www.facebook.com/QuesturaViterbo/)

(31 Ago 2017 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • "Gli addetti al servizio superiori al previsto"

    19 Set 2017 - AMBIENTE. Quanto afferma la Camassambiente in una nota inviata all’ufficio competente del comune di Cerveteri. L’azienda  giustifica così il mancato rinnovo contrattuale ai lavoratori assunti per esigenze estive. La città rimane comunque sporca e non si fa attenzione al rispetto del disciplinare tecnico sottoscritto

  • Arpa: "Migliora l’aria della città"

    18 Set 2017 - Dalle osservazioni effettuate dal 4 al 10 settembre risultano nei limiti le sostanze inquinanti. Buono anche il riscontro relativo alle polveri sottili e al monossido di carbonio. Molto significativo secondo i dati dell’agenzia regionale per la protezione ambientale il dato relativo all’ozono 

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy