Home » » "Gli addetti al servizio superiori al previsto"

 

"Gli addetti al servizio superiori al previsto"

AMBIENTE. Quanto afferma la Camassambiente in una nota inviata all’ufficio competente del comune di Cerveteri. L’azienda  giustifica così il mancato rinnovo contrattuale ai lavoratori assunti per esigenze estive. La città rimane comunque sporca e non si fa attenzione al rispetto del disciplinare tecnico sottoscritto

di TONI MORETTI

CERVETERI - «Conclusasi la stagione estiva e facendo seguito a tutta la pregressa corrispondenza ed agli accordi intervenuti, comunichiamo che la forza lavoro del cantiere di Cerveteri è pari a n. 68 unità  che sono ben maggiori di quelle previste nel progetto (38 unità full time e 20 unità part time cfr. pag. 77 Progetto gestionale tecnico organizzativo) e tanto è determinato dai maggiori servizi richiesti dall’Ente nonché dalle numerosissime utenze supplementari ed aggiuntive che sono state reperite in sede di verifica sia dei dati TARI sia delle consegne dei kit». 
Così  comincia la nota con la quale la Camassambiente invia agli uffici competenti del comune di Cerveteri, come a voler chiarire non solo la legittimità della fine del rapporto con gli stagionali ma anche il fatto che ai termini del contratto, sono a posto con il numero dei dipendenti previsti.  Ma c’è chi vuol far notare all’azienda, che nella parte finale dell’ art 1 del Disciplinare tecnico prestazionale dalla stessa sottoscritto e approvato, è sancito che: «Tutti i dati riportati nel presente documento e negli altri documenti di gara, pur se sufficientemente analitici, devono essere considerati dalle Imprese come puramente indicativi e minimali e non esimono le Imprese stesse dalla verifica e dall’approfondimento sul campo preliminarmente alla stesura dell’offerta. Pertanto non potranno essere richieste integrazioni contrattuali o maggiori costi a carico del Comune e/o degli utenti per errate valutazioni dell’I.A. rispetto alla dimensione ed alle caratteristiche del territorio da servire, e che il documento è stato redatto in base ai dati riguardanti le caratteristiche sociodemografiche, urbanistiche, morfologiche e produttive del Comune di Cerveteri, come trasmessi dall’Amministrazione comunale ed integrati da dati reperiti presso banche dati Istat».  Ora, però, al di là delle disquisizioni tecnico contrattuali, la cui competenza non spetta avere ai cittadini, con un po’ di buon senso c’è da dire che Cerveteri è sporca, non è tenuta come era nelle intenzioni forse sia del comune che dell’azienda. Si vuole nel più breve tempo possibile trovare soluzioni bilaterali che all’interno degli impegni contrattuali possano chiudere un contenzioso che infastidisce e cambiare volto ad una città che non merita tutto ciò? Perché una cosa è chiara: premesso che non possono essere ne fatti ne proposti correttivi o servizi aggiuntivi che incrementino i costi pattuiti, si può soltanto dimostrare, da entrambe le parti, di essere all’altezza del compito che si svolge, o altrimenti il contrario.

(19 Set 2017 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

  • Coop, parte la lotta allo spreco di cibo

    02 Ott 2017 - Via alla partnership nei primi punti vendita del Lazio, anche a Civitavecchia l’iniziativa grazie al quale sarà possibile ricevere aggiornamenti in tempo reale su tutte le offerte attive presso il punto vendita. Tramite l’app MyFoody sarà possibile consultare i prodotti acquistabili in negozio scontati del 50% perché vicini alla scadenza  

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy