Home » » Captazione, i Sindaci del Consorzio: “Doveva vigilare la Città Metropolitana”

 

Captazione, i Sindaci del Consorzio: “Doveva vigilare la Città Metropolitana”

Dura replica dei primi cittadini dell'Ente lago di Bracciano alla Raggi

BRACCIANO - La sindaca di Roma Virginia Raggi punta il dito contro le amministrazioni locali del lago di Bracciano, imputando a loro un mancato controllo sulle captazioni abusive che prelevavano direttamente acqua dal lago, e gli amministratori locali si ‘ribellano’. Con una nota congiunta i sindaci del lago, il Consorzio lago di Bracciano e l’Ente parco Bracciano-Martignano replicano a tono alle dichiarazioni del primo cittadino Capitolino.

"Ancora una volta la Sindaca dimostra di ignorare le reali cause che hanno determinato le attuali condizioni del lago, nonostante ne sia stata edotta dalle istituzioni, dai comitati e dalle associazioni locali fin dal novembre 2016. Inoltre, dimentica o finge di dimenticare che la responsabilità diretta del controllo sui pozzi e degli emungimenti è della Città Metropolitana e non dei Comuni e che ad oggi non ci risulta ancora quale sia stato il suo reale contributo, ad eccezione di alcuni controlli effettuati nelle ultime quattro settimane, nonostante fosse stato già nei mesi precedenti richiesto il coinvolgimento della Città Metropolitana". Le istituzioni del bacino lacustre, inoltre, puntano i riflettori anche sui numeri. Non sono infatti 200 le captazioni abusive individuate, ma venti.

"Viene quindi messa a nudo - proseguono - la strumentalizzazione in atto da parte del maggior azionista di Acea, che nel tentativo di ridimensionare artificiosamente a ribasso l’effettivo impatto delle captazioni effettuate da Ato2, cerca di spostare l’attenzione altrove sovrastimando oltremodo le captazioni private sequestrate. Noi parliamo con la chiarezza dei numeri: da gennaio 2016 ad oggi - ricordano - il livello del lago è diminuito di 120 cm e la diminuzione imputabile ad Acea nel medesimo periodo è di 100 cm".

Insomma: "Le scuse sono finite e ci uniamo con forza - concludono nella nota - all’appello rivolto alla Sindaca dal presidente Zingaretti per la chiusura immediata del prelievo dal lago". La Regione ha infatti autorizzato nuove 4 fonti di captazione.

(09 Set 2017 - Ore 20:06)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Melograni (foto Rosario Sasso)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

  • Coop, parte la lotta allo spreco di cibo

    02 Ott 2017 - Via alla partnership nei primi punti vendita del Lazio, anche a Civitavecchia l’iniziativa grazie al quale sarà possibile ricevere aggiornamenti in tempo reale su tutte le offerte attive presso il punto vendita. Tramite l’app MyFoody sarà possibile consultare i prodotti acquistabili in negozio scontati del 50% perché vicini alla scadenza  

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy