Home » » Buio Vecchia, lampo Tolfa

 

Buio Vecchia, lampo Tolfa

CALCIO, ECCELLENZA. Al Fattori i collinari passano 2-1 con un guizzo in extremis. Prima Marino espulso, poi il rigore di Molfesi porta avanti i biancorossi; ma poco dopo arriva il pari con l’autorete di Baroncini. Infine al 94’ il gol di Rossi vale la vittoria. Mister Fronti: «Poco impegno e assenteismo». Il tecnico Caputo: «Gara equilibratissima» VIDEO

di GIAMMARCO MORGI

Il derby mare e monti si tinge di biancorosso. La gara andata in scena al Fattori, nel match valevole per la 23^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, ha visto infatti prevalere i collinari del Tolfa con il risultato di 2-1 sul Civitavecchia Calcio 1920. Il primo tempo è avido di emozioni e i maggiori attentati alle rispettive porte avversarie avvengono tramite conclusioni dal limite dell’area o con cross poco precisi che non generano grandi pericoli. Da annotare, però, l’infortunio alla spalla subìto dal nerazzurro Befani che, costretto ad uscire dal campo in barella per essere trasportato al pronto soccorso, al quale è subentrato Coco, al rientro anche lui dopo un lungo stop. Nella ripresa, invece, la gara si accende e all’8’ si verifica il primo evento chiave della partita: Marino interviene col gomito largo su un avversario e l’arbitro decide quindi di assegnare la seconda ammonizione al nerazzurro che è quindi costretto a lasciare il campo anzitempo, lasciando i suoi compagni in dieci uomini. Il Tolfa allora prende fiducia e al 16’ sblocca la partita: Chierico si libera della marcatura in area, Gimmelli lo stende e per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto va il biancorosso Molfesi, che glaciale batte Nencione e porta in vantaggio il Tolfa. Nonostante l’inferiorità numerica e il gol appena subìto, gli uomini di mister Ugo Fronti non si perdono d’animo e si procurano una grossa occasione con Merino al 22’ che calcia a porta sguarnita, ma un difensore avversario riesce a deviare la sfera sulla riga. Proprio lo spagnolo, però, si renderà protagonista un minuto più tardi: il suo corner battuto dalla destra, infatti, prende una traiettoria anomala e, forse deviato dal forte vento, finisce dritto oltre la riga di porta dopo un controllo sbagliato del portiere Baroncini, che finirà a referto come autore dell’autore che vale il pareggio per il Civitavecchia. Le emozioni, però, non finiscono tanto che al 94’ il Tolfa trova il gol vittoria: Compagnucci prolunga di testa una bella palla in diagonale per Rossi che controlla la sfera, entra in area e, con un preciso destro rasoterra, trafigge Nencione in uscita disperata per la rete del definitivo 2-1. Al Fattori è quindi festa grande dei biancorossi che, con i tre punti conquistati in terra civitavecchiese, passa dall’ultima alla quattordicesima casella della graduatoria salendo a quota 22 lunghezze. È buio pesto, invece, in casa Civitavecchia Calcio 1920 che, oltre all’emergenza indisponibili tra infortuni e squalificati, ora dovrà anche guardarsi alle spalle in graduatoria visto che, seppur rimasto in decima posizione con 27 punti all’attivo, ora la prima inseguitrice Boreale dista soltanto tre lunghezze. Parole dure dell’allenatore civitavecchiese Ugo Fronti che, nell’intervista a fine gara, si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
«Senza dubbio - dichiara il tecnico nerazzurro - ci brucia molto perdere così, ma meritavamo la sconfitta. Abbiamo fatto poco per vincerla, mentre questa era una gara che andava interpretata in un’altra maniera. Dopo la vittoria con il Ladispoli non siamo più riusciti ad esprimerci al meglio e non ci stiamo neanche preparando bene, c’è poco impegno e tanto assenteismo in settimana. Per il me il calcio è una cosa seria e con questi presupposti non si va molto lontano. Al momento non c’è niente da salvare, se non si cambia si rischia di retrocedere».
«Sono felicissimo - spiega l’allenatore del Tolfa Paolo Caputo - perché abbiamo battuto un’ottima squadra, che anche in inferiorità numerica ci ha dato tanto filo da torcere e penso che sia stata una partita equilbratissima. Siamo stati un po’ lenti a realizzare che avevamo l’uomo in più, ma va bene comunque. Per me è sempre un piacere tornare in uno stadio glorioso come il Fattori».

VIDEO

(12 Feb 2018 - Ore 19:14)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Mura amiche (foto Elisa La Malfa)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy